sabato 2 marzo 2019

Sfilata in maschera " Oltre i confini"


L’Istituto Comprensivo di Santa Lucia del Mela  “ oltre i confini”   

In un clima di allegria, festoni e coriandoli si è svolta, questa mattina, la sfilata  in maschera di tutti gli alunni…, e non solo…,dell’Istituto Comprensivo di Santa Lucia del Mela.                La sfilata ha preso spunto dalla tematica sviluppata per il compito di realtà “ oltre i confini” : una ricerca sugli usi e  costumi degli abitanti di Santa Lucia dei Caraibi , paese gemellato con il comune di Santa Lucia del Mela dal 27 Febbraio 1998. 
Dall’inizio dell’anno scolastico, infatti, gli alunni, delle classi quinte della scuola Primaria e delle classi terze della scuola Secondaria di primo grado, sono stati impegnati  a ricercare notizie sugli aspetti storici, geografici e culturali di questo paese. E’ nata cosi l’idea di organizzare anche  la sfilata di carnevale  indossando le maschere tipiche di Santa Lucia dei Caraibi.  Cosi, questa mattina, il corso principale del nostro paese,  è stato invaso da una moltitudine di “ Pirati”  che impugnando, al posto delle armi, coloratissime stelle filanti e coriandoli,  hanno allietato la mattinata  e catturato l’attenzione dei passanti e dei genitori. Non sono mancate le ballerine caraibiche   che, con le loro gonne a balze arricchite di  fiori, piume e turbanti,  hanno svolazzato a suon di musica e accompagnati dal caratteristico carro luciese “ La lapa”.  La manifestazione si è conclusa al palazzetto dello sport, trasformato, per l’occasione, in sala da ballo. Alunni, docenti e genitori si sono scatenati in balli di gruppo dimostrando che con la collaborazione si può realizzare  qualsiasi evento.  Come tutte le feste carnascialesche non poteva non finire con un lieto rinfresco:  tante nostre mamme hanno preparato  per tutti gustosissimi panini, focacce e chiacchiere.  Tra canti, balli e tanto divertimento abbiamo appreso che due paesi pur distanti per chilometri  possono sentirsi vicini comunicando in modo efficace, grazie alle competenze interculturali  che giorno dopo giorno riusciamo ad acquisire.

Lavoro di gruppo
Classi II e III sez. A
Scuola secondaria di Primo grado.



giovedì 28 febbraio 2019

Cambiamento Climatico


Progetto FIDAPA: Promuovere azioni a tutti i livelli per combattere il cambiamento climatico

Noi alunni delle classi quinte sez.A-B della Scuola Primaria “ XXV Aprile “ dell’Istituto Comprensivo di Santa Lucia del Mela, tramite la nostra Dirigente Scolastica Prof.ssa Eleonora Corrado e il nostro referente Francesco Calderone, abbiamo aderito al progetto abbinato alla sezione FIDAPA di appartenenza sull’obiettivo goal n.13 “ PROMUOVERE AZIONI, A TUTTI I LIVELLI, PER COMBATTERE IL CAMBIAMENTO CLIMATICO” Sezione di Merì – Valle del mela con la referente past President Nadia Maio.
Infatti con la stessa abbiamo avuto, il 6 Febbraio 2019, un incontro e attraverso la visione di un filmato ci ha parlato del ruolo della FIDAPA BPW ITALY (Distretto Sicilia) e della promozione di vari progetti specifici a livello Internazionale.
Il nostro è stato un lavoro di gruppo che ci ha impegnato nella ricerca di informazioni, nella preparazione di cartelloni e nella presentazione di un power-point, per comunicare il nostro messaggio e cioè combattere il cambiamento climatico che interessa i Pasi di tutti i Continenti.
Tutti noi, insieme alle nostre maestre, abbiamo affrontato questo tema che ci ha visto molto coinvolti. Purtroppo si prevede che la temperatura della TERRA aumenterà con conseguenze disastrose per l’umanità e siamo consapevoli che a causa del benessere, delle nuove tecnologie, si sta rivoltando contro per riprendersi ciò che le appartiene.
Quindi dobbiamo modificare il nostro comportamento per salvarLA e salvarCI.
Gli alunni delle classi V sez.A-B







domenica 3 febbraio 2019

Open Day


Porte aperte all’Istituto Comprensivo di Santa Lucia del Mela.







            Martedì 15 Gennaio 2019 alle ore 15,30, nella sede centrale dell’Istituto Comprensivo di Santa Lucia del Mela, abbiamo, con vero piacere, accolto i genitori per l’evento che viene definito “ Open Day” . E’ un momento emozionante per tutti noi perché, anche se spesso diamo prova di essere distratti, fannulloni e poco attenti alla vita della scuola, quando dobbiamo dimostrare di cosa siamo capaci e quante cose facciamo durante l’anno scolastico, beh … eccoci a dimostrare tutto ciò che abbiamo appreso, insomma le nostre competenze!
Così alcuni delle nostre compagne hanno accolto e accompagnato i genitori nei vari laboratori che realizziamo  nel corso dell’anno scolastico.






Per il laboratorio artistico letterario alcuni di noi  hanno presentato  il teatrino dei
Burattini…








e interpretato delle fiabe.
In un altro laboratorio sempre artistico –letterario, altri ragazzi hanno presentato  un gioco grammaticale, molto simpatico ma altrettanto utile perché per diventare un   “asso “ ,  bisogna conoscere le regole grammaticali DELLA LINGUA ITALIANA !



Divertente, anche se impegnativo, è stato il laboratorio di letteratura :  due nostri compagni hanno rappresentato il canto introduttivo della Divina Commedia e
Interpretato da Dante e Beatrice.


   



I genitori hanno avuto modo di visitare  il laboratorio musicale, il laboratorio scientifico, il laboratorio di informatica, la biblioteca, e il laboratorio di matematica; sono stati informati sulle  numerose partecipazioni alle diverse gare e concorsi, sul laboratorio di lingue con i progetti “ Stage a Malta” “Certificazione Cambridge English A2” (KET), teatro in lingua Inglese e Francese, teatro in lingua italiana e dialettale, i giornalini on line “ lo strillone web 2.0,e la partecipazione alle gare di matematica ( Bocconi, Mediterraneo, ecc.) la nostra collaborazione al giornale on line “ L’Ettore” dell’ ITT Ettore Majorana, i numerosi cartelloni realizzati durante le ore di arte o con i lavori di gruppo. Alla fine del percorso in un’aula abbiamo accolto  i bambini e i genitori offrendo loro un piccolo rinfresco. Concluso l’Open Day, eravamo stanchi ma soddisfatti. Soddisfatti perché ci siamo resi conto delle numerose attività che riusciamo a realizzare. Eppure molto spesso, dopo che ritorniamo a casa e i genitori ci chiedono: “ Com’è andata oggi, cosa avete fatto a scuola”- noi, puntualmente rispondiamo : “ Niente” oppure “ Le solite cose”. Ecco, è in un’occasione come queste che ci rendiamo conto che spesso parliamo senza riflettere …. Altro che le solite cose o niente, le attività che riusciamo a realizzare sono tante, tantissime e tutte belle e utile per il nostro futuro. Per alcuni di noi quest’anno scolastico sarà l’ultimo trascorso in questo Istituto, dal prossimo anno inizieremo un nuovo percorso alle scuole superiori: nuovi compagni, nuovi professori, nuovo tutto, ma sicuramente resterà dentro di noi un  buon bagaglio culturale, tanti ricordi, spesso belli, gioiosi e allegri, altre volte tristi  ma non per questo meno importanti perché racchiudono tutte quelle esperienze che ci hanno fatto crescere e maturare.



Lavoro di gruppo
Scuola secondaria di I grado.